UNICAL UNIVERSITÀ

Alta Formazione, il bando della Regione Calabria

Pare che, nonostante la regione Calabria non sia propriamente brillante in quanto a produttività della sua azione politico-amministrativa, ci sia una proposta di recente approvata di cui andar fieri. È stato presentato stamattina in un workshop tenutosi in Aula Magna il progetto per l’Alta formazione e la cultura in Calabria, progetto voluto dall’assessorato regionale alla cultura, guidato dal convenuto al dibattito Sandro Principe.
Il progetto si articola in più misure, tirocini di ricerca, voucher per l’alta formazione, tirocini di eccellenza, gli ultimi due citati saranno oggetto di bandi emanati successivamente dalla Regione Calabria; il workshop di stramattina, che ha visto una nutrita e forse inaspettata platea di giovani visibilmente interessati a prender parte a quello che, si spera, possa rappresentare l’inizio di una miglior fase per la regione Calabria e per i suoi tanti laureati costretti a partire in cerca di adeguata collocazione, aveva l’obiettivo di meglio illustrare nello specifico i tirocini di ricerca.
È stato di recente pubblicato sul Bur Calabria il bando per l’assegnazione delle borse di studio “Tirocini di ricerca”, in attuazione del “Programma integrato di Vaucher e Borse per l’Alta Formazione, finanziato coi fondi europei nell’ambito del Por Calabria 2000/2006.
I fondi al momento stanziati per tale voce di spesa sembrano esser tutt’altro che irrisori, poiché sono al minimo 4 milioni di euro quelli che la Regione Calabria dovrà erogare a tal fine entro il 31 dicembre 2008. Entro questa data infatti dovrà essersi chiuso l’intero ciclo che va dalla selezione dei progetti e dei partecipanti all’effettivo svolgimento e conclusione dei tirocini.
Il bando è rivolto esclusivamente a laureati di vecchio ordinamento o laureati magistrali del nuovo ordinamento, residenti in Calabria, di età inferiore ai 35 anni (40 per i già occupati). La selezione si costituisce di due fasi, la prima delle quali è volta ad individuare i progetti oggetto di tirocinio di ricerca presso un ente proponente, che sarà un’università o un ente di ricerca regionale, nazionale o internazionale di riconosciuto prestigio; individuati i programmi che saranno oggetto di tirocinio, la materia del tirocinio, la durata (tra 6 e 12 mesi ), l’ente proponente e l’ente o gli enti ospitanti verrà stilato un elenco dei tirocini possibili. Segue la seconda fase poiché, rispetto tale elenco, articolato per area di interesse scientifico, i giovani laureati che lo vorranno presenteranno la loro candidatura. La selezione dei beneficiari avverrà in due momenti, nel primo si tratterà di una selezione piuttosto algoritmica, poiché basata sui titoli, voti di laurea ecc., nel secondo si tenderà a selezionare sulla base delle motivazioni e dell’aderenza del curriculum del candidato al progetto per il quale si è candidato. Coloro che risulteranno infine vincitori potranno usufruire di una borsa di importo massimo di 14.400 euro/anno, per i tirocini svolti in Calabria e in altre regioni italiane, o di 16.800 euro/anno per quelli svolti all’estero. L’invito, rivolto a giovani laureati, università, mondo dell’impresa e chi ne abbia interesse, è a partecipare attivamente al fine di contribuire tutti nella progettazione ed attuazione di tirocini che possano diventare volano di sviluppo.

02/07/2007 – Paola Staffa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial