Ambiente Giovani Unical UNIVERSITÀ Zoom

Calabria in Fiore, caccia al tesoro nel Campus con gli studenti internazionali

Immersi nel verde del Polifunzionale Unical alla ricerca dei semi di “Calabria in Fiore”. Si è svolta così la caccia al tesoro organizzata ieri dall’Associazione culturale Entropia, in vista del Festival della canapa che si terrà a luglio al Parco Robinson di Rende. Un modo per coinvolgere gli studenti internazionali ed avvicinarli alla conoscenza di una pianta millenaria dalle mille qualità, attraverso il gioco. In questa competizione green tutti i ragazzi coinvolti si sono infatti impegnati e divertiti nel cercare i semi di canapa nascosti. Di certo il punto focale è stato lo scambio multiculturale e multilinguistico che è prevalso sull’iniziale timidezza dei partecipanti ed ha permesso loro di godersi la competizione. C’erano ragazzi provenienti da molti paesi del mondo come la Libia, lo Yemen, il Kurdistan, e ancora Pakistan, Egitto, Paraguay, Germania, Spagna e Marocco.

L’attività ha preso per una volta il posto del consueto Babel Tea del martedì, che generalmente prevede dei tavoli di conversazione multilinguistica, ed è stato un successo nonostante l’eccessivo caldo della giornata. Per far sì che tutti capissero, le regole della caccia sono state spiegate anche in inglese, grazie alla partecipazione dei Volontari del Corpo europeo di Solidarietà e del Servizio Civile Universale. La cornice che ha ospitato l’evento è stato il Polifunzionale, il centro green per eccellenza del nostro ateneo, che è stato esplorato nella sua interezza da chi non lo aveva mai visto o ne aveva poca conoscenza, ma anche da quelli che invece lo conoscevano bene e passeggiando lungo i viali ricordavano i momenti passati al Filorosso negli anni scorsi. Nonostante l’eccessivo caldo né partecipanti né organizzatori hanno gettato la spugna, correndo e divertendosi insieme. 

Partendo dal Dam i ragazzi hanno raggiunto la prima zona e da lì si sono lanciati in una sana competizione alla ricerca del piccolo tesoretto. Ma come funzionava questa caccia al tesoro? I partecipanti sono stati divisi in squadre, ognuna con un nome diverso (team Fiori, team Pistilli, team Semi, e team Pampina) con l’obiettivo di cercare dei piccoli semi di canapa racchiusi in dei sacchetti di iuta. Le ‘bomboniere’ (o seeds bag) erano nascoste in diverse zone del Polifunzionale, con difficoltà diverse. La squadra vincitrice sarebbe stata quella che avrebbe raccolto il maggior numero di bomboniere. Come premio c’erano le ultime piantine di canapa legale della campagna “Canapa Amica”, distribuite nelle settimane scorse a diverse associazioni dell’area urbana. Accogliere una piantina, impegnarsi a curarla, vederla fiorire, condividerne le foto: la campagna ha visto una bella partecipazione ed è stato un modo originale ed efficace per promuovere il Festival. Alla fine i partecipanti sono stati comunque premiati tutti con un bel té freddo offerto dallo staff. Adesso non resta che aspettare le giornate del Festival.

Pasquale De Simone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial