Ambiente SOCIALE

Emergenza rifiuti, la risposta attiva dei cittadini di Corigliano-Rossano

La Calabria è ormai da anni costretta ad affrontare le problematiche legate alla raccolta e allo smaltimento dei rifiuti. Per far fronte a tale emergenza, in particolare in vista della stagione estiva, molte sono le Associazioni costituite da semplici cittadini, che mostrano il loro impegno nel volere mantenere sano e pulito l’ambiente. Queste Associazioni no-profit sono molteplici, ne è un esempio l’Associazione “Schiavonea-Sant’Angelo puliti” di Corigliano Rossano. L’Associazione nasce come un semplice movimento, con l’intento di tutelare il litorale di Corigliano-Rossano, promuovere il turismo, stimolare la tutela del patrimonio storico-culturale e sensibilizzare tutti al rispetto dell’ambiente marittimo e costiero. Con il tempo questo piccolo movimento, ha visto crescere i suoi aderenti, divenendo così una vera Associazione, anche se sono ancora molti i cittadini “assenti” che non affrontano il problema e questi sono in particolare proprio coloro i quali vivono nelle frazioni marittime.

“I componenti dell’Associazione – ci conferma la Presidente Ermenegilda Curatelo – si prefiggono come obiettivo di risolvere il problema a monte, sensibilizzando il cittadino a non gettare rifiuti per terra, o ancor peggio in mare, distribuendo volantini per spiegare l’importanza della raccolta differenziata e con essi anche sacchetti biodegradabili, il tutto gratuitamente”. Due settimane fa si è tenuta una giornata ecologica, che ha visto la partecipazione di molti cittadini, e l’Associazione continuerà il suo onorevole lavoro, promuovendo appuntamenti mensili. I rifiuti che i volontari raccolgono sono i più disparati. “Sulla spiaggia – continua la Presidente – troviamo un po’ di tutto, dagli intramontabili mozziconi di sigaretta, a qualche siringa, passando per gli ingombranti, pannolini, cartoni di pizza, bottiglie di vetro, batterie e ciò vuol dire che non si conosce neanche la pericolosità degli acidi posti al loro interno”.

Basterebbe un po’ di attenzione e di senso civico in più da parte di ognuno per rendere pulite e decorose le strade delle nostre città, evitando che la spazzatura si accumuli in prossimità degli ingressi di abitazioni e condomini, e rendendo più piacevole per tutti la fruizione degli spazi comuni, delle piazze, delle spiagge. Il problema dei rifiuti, di cui ci accorgiamo solo quando scoppia l’emergenza, non dipende solo da un’amministrazione efficiente, ma anche dalla cura quotidiana del territorio da parte degli stessi abitanti. 

Roberta Sammarra

FaC

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial