MONDO Zoom

Ennio Morricone all’Unical, ricordo di una giornata straordinaria

Il mondo piange e si commuove di fronte alla morte del maestro Ennio Morricone, nel ricordo delle sue splendide musiche e della sua straordinaria figura di artista e di uomo. Anche per l’Università della Calabria e per quelle figure di studenti, docenti e non docenti che gli sono stati vicini nel pomeriggio/serata del 3 maggio 2005, nell’aula magna “Beniamino Andreatta”, sono momenti e ricordi talmente vivi che ne fanno una figura di splendido esempio per una umanità di grande prospettiva per il futuro.

Ennio Morricone fa parte della storia dell’Università della Calabria per avere partecipato e regalato alla comunità universitaria del campus di Arcavacata e non solo, un intero pomeriggio d’incontri ed una splendida serata-concerto dell’orchestra “Roma Sinfonietta”, diretta dal figlio Andrea, che ha eseguito le musiche dei film più belle del padre. Una serata promossa dal Gruppo Strumentale “Musica d’Oggi” di Roma, coordinato dal maestro Gino Lanzillotta, originario di Fuscaldo, con il quale l’Università della Calabria, per merito del Rettore, Giuseppe Frega, in stretta collaborazione con il Centro Arti Musica e Spettacolo ed il Centro Residenziale, instaurò nel 1985 un accordo di collaborazione per realizzare nel campus universitario spazi culturali di intrattenimento musicale.
L’accordo si tradusse nella realizzazione di un Festival annuale di Musica sinfonica con composizioni di prima assoluta nazionale, i cui concerti venivano registrati e trasmessi in differita da Radio Tre con enorme successo. Figure illustri della musica nazionale ed artisti sono passati per oltre dieci anni da questo festival lasciando dei ricordi ancora oggi vivi come: Franco Donatoni, Toti Scialoia, Riccardo Cucciolla, Salvatore Sciarrino, Francesco Pennisi ed altri ancora. Anche Ennio Morricone seguiva con interesse quel Festival dell’Università della Calabria, grazie alla vicinanza ed al rapporto di amicizia con il maestro Gino Lanzillotta.

Quel 3 maggio del 2005, il figlio Andrea diede una prova della sua bravura e professionalità sotto gli occhi vigili e attenti del padre Ennio e della madre Maria, che vollero sedersi tra il pubblico dell’aula magna “Beniamino Andreatta”, gremita in ogni sua parte, piuttosto che nei posti di prima fila riservati dal Rettore, Giovanni Latorre. Una serata indimenticabile, la cui aula, tre giorni dopo si riempì per una lezione magistrale del grande maestro Umberto Eco, che parlò al mondo giovanile e non solo del rapporto tra bello e buono, come della bellezza e del desiderio. Argomenti presenti nelle composizioni di Ennio Morricone.

Franco Bartucci – Portavoce Associazione Internazionale “Amici dell’Università della Calabria”

Foto Ennio Morricone e moglie tra il pubblico dell’aula magna “Beniamino Andreatta” durante il concerto diretto dal figlio Andrea

FaC

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial