MONDI UNICAL UNIVERSITÀ

Erasmus+ Traineeship, una bussola per gli studenti in partenza

Il 10 gennaio 2018 è stata pubblicata la graduatoria dei vincitori della borsa per il programma di mobilità Erasmus+ Traineeship. Le testimonianze degli studenti che hanno già preso parte al programma convergono tutte su un punto: è decisamente utile. È utile per imparare, praticare e/o migliorare le lingue; per molti è il primo contatto reale con il mondo del lavoro e rappresenta un’esperienza per mettersi alla prova e uscire dalla propria comfort zone
Tra gli studenti che hanno partecipato al bando pubblicato sul sito www.betforjobs.erasmusmanager.it il 12 dicembre, i 134 vincitori (più 36 riserve), sono stati convocati dall’ufficio Erasmus, per ricevere informazioni sulle procedure, i documenti e i termini della borsa. Molti sono già a lavoro per cercare un’azienda o un ente presso cui svolgere il tirocinio, operazione che gli studenti gestiscono in totale autonomia, e che può generare quindi qualche incertezza, specie per chi si affaccia al mondo del lavoro per la prima volta. Capita allora che i tempi ristretti e l’inesperienza provochino un po’ di confusione: ecco alcuni consigli utili rivolti agli studenti in partenza e non solo.

PRIMA DI INIZIARE
Una precisazione importante riguarda l’accredito della borsa, che avverrà dopo circa un mese dall’inizio del tirocinio, e i tempi si dilatano se la partenza per il traineeship, che dovrà comunque essere concluso entro il 31 settembre 2018, è prevista in estate. In questa fase un sito utile per gli studenti preoccupati dallo sforzo finanziario richiesto è numbeo.com. Attraverso questo sito è possibile confrontare i costi di vita di diverse città e capitali europee in modo da individuarne una dai costi sostenibili in base alle proprie possibilità. Mentre per la compilazione dei curricula, spesso richiesti nel formato europeo, si consiglia il sito www.europass.cedefop.europa.eu. Naturalmente è possibile anche compilare il proprio curriculum autonomamente, è consigliabile però redigerne uno sintetico e accattivante, evitando informazioni ridondanti o affatto utili al fine della posizione cui si aspira.
CERCARE L’AZIENDA
La ricerca è completamente autonoma. Sempre sul sito betforjobs è disponibile una lista di sedi che hanno ospitato tirocinanti Unical negli anni passati. È possibile però percorrere altre strade, come cercare l’azienda sul web tramite motori di ricerca, inviare all’indirizzo email di contatto il proprio curriculum (in inglese o nella lingua del paese di appartenenza dell’azienda) e una lettera motivazionale, a volte esplicitamente richiesta, ma comunque generalmente apprezzata. In questa fase è importante specificare che si sta prendendo parte ad un programma Erasmus e che si è coperti da assicurazione, perché rendono la proposta più allettante per le aziende. Oppure si possono sfruttare i network che mettono in contatto studenti e aziende. Alcuni sono specifici di un ambito professionale, altri specifici del paese di destinazione scelto, per questo motivo non è possibile fornire una lista completa aggiornata, sono veramente tanti! È importante però verificare che l’azienda sia compatibile, chiedendo il parere dell’Ufficio Erasmus, poichè alcune tipologie come le Agenzie Nazionali e le ambasciate non lo sono. Una risorsa utile a tutti, perché non specifica di un settore, è il network www.erasmusintern.org, piattaforma che mette in contatto gli aspiranti tirocinanti con aziende in tutta Europa.
PROCEDURE E DOCUMENTI
Trovata l’azienda, è necessario comunicare all’Ufficio Erasmus il nome dell’ente ospitante, nome ed indirizzo email della persona di riferimento e date precise del tirocinio, inizio e fine. Inoltre prima della partenza è necessario stipulare un Accordo Finanziario, che copra il periodo di mobilità, siglato dall’istituto di appartenenza e dallo studente, e compilare e firmare il Learning Agreement for Traineeship (Before the Mobility) che stabilisca il programma di formazione da seguire all’estero; tale documento viene approvato e sottoscritto dallo studente, dall’istituto di appartenenza e dall’impresa ospitante.
CERCARE CASA
Anche per questo step la risorsa più utile resta il web. Una strategia efficace è la ricerca attraverso i social network. Bisognerà cercare pagine e gruppi Erasmus o, in generale, di studenti oppure le classiche pagine che pubblicano annunci. I social sono utili anche perché, prima di scegliere con chi condividere la stanza o la casa, è utile una sbirciatina al suo profilo Facebook. A volte è l’azienda stessa a seguire il tirocinante in questo percorso. Durante questa procedura il sito www.erasmusu.com risulta essere valido strumento, si tratta di un sito in cui si pubblicano annunci di offerta e ricerca, ma non è l’unico, sono numerosi, e facilmente individuabili googlando la città di destinazione e una parola chiave.
Al termine della mobilità
Finito il periodo di mobilità, che avrà una durata minima di 60 giorni, è necessario compilare il Learning Agreement for Traineeship (After the Mobility), che conterrà anche un giudizio finale sulla mobilità da parte dell’impresa. Può anche essere richiesto il riconoscimento dell’attività svolta e certificata, possibilmente integrandola all’interno del programma di studio dello studente e inserendola nel Diploma Supplement, presso il proprio Dipartimento, come informa il sito della Commissione Europea, ma conviene sempre prendere prima informazioni a riguardo nel Dipartimento di appartenenza. È possibile inoltre convalidare il Traineeship come tirocinio esterno, se questo è previsto dal proprio piano di studi.
Le testimonianze e i consigli di chi ha già preso parte al programma sono sempre un’utile risorsa, oppure si può cercare online le community di studenti che hanno già fatto quest’esperienza. Tutti i documenti necessari, incluso il Learning Agreement e un vademecum per gli studenti in mobilità, sono reperibili sui siti www.unical.llpmanager.it oppure www.betforjobs.erasmusmanager.it , mentre il regolamento didattico sulla mobilità internazionale è reperibile sul sito www.erasmusplus.it. Per informazioni e chiarimenti o assistenza durante la mobilità, è possibile contattare l’Ufficio Erasmus attraverso posta elettronica (fausto.porchia@unical.it) o negli orari di ricevimento: lunedì, mercoledì e venerdì (10:00 – 12:00).

Maria Pia Belmonte

FaC

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial