Europa Giovani Unical UNIVERSITÀ Zoom

Erasmusdays, esperienze a confronto nel giorno che celebra il programma di mobilità

La quinta edizione dell’Erasmusdays si è celebrata anche all’Unical. Fra gli oltre 5mila eventi organizzati in contemporanea in 82 Paesi diversi per festeggiare lo storico programma di mobilità internazionale, il 14 ottobre presso l’Anfiteatro Maisonettes si è tenuta una giornata d’incontro dedicata agli studenti Erasmus e alla condivisione delle loro esperienze. Ad aprire il confronto è stato Giampiero Barbuto, responsabile dell’area Internazionalizzazione dell’ateneo, che ha salutato tutti i presenti, studenti stranieri e calabresi insieme, raccolti sugli spalti.
“Siamo orgogliosi di gestire un servizio che supporta migliaia di studenti e che porta loro a vivere un’esperienza di forte ed inevitabile crescita personale”, ha dichiarato Barbuto, prima di passare la parola direttamente ai protagonisti della giornata.
Una piccola schiera di studenti a turno ha portato la propria testimonianza, impiegando sia la lingua del luogo di accoglienza che l’inglese per una comprensione più ampia. Tutti gli intervenuti si sono dichiarati entusiasti del percorso, intrapreso nonostante l’ostacolo rappresentato dalla pandemia. Ognuno è salito sul palco per qualche minuto e ha condiviso gli elementi più affascinanti della propria singolare esperienza, senza dimenticare di sottolineare anche le difficoltà incontrate e la sfida ad uscire dalla cosiddetta “comfort zone”, una sfida che ha condotto sempre tutti a nuove scoperte. Una scoperta per tanti è stata proprio la capacità di adattamento che non credevano di possedere.
A proposito di scoperte, dopo le testimonianze, la giornata è proseguita con l’attività “Discover Unical”, gioco a squadre sotto forma di caccia al tesoro, per scoprire il Campus e allo stesso tempo alcune curiosità sui paesi di provenienza di ciascuno. Nei prossimi giorni invece gli Erasmus ospiti dell’ateneo potranno seguire ulteriori attività su iniziativa di Erasmus Student Network (ESN) Cosenza, quali “Discover Cosenza” e “Discover Calabria”.

Leonardo Wanderlingh

FaC

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial