CULTURA MONDI

Inaugurato al Museo di Paleontologia “il giardino delle rotelle mancanti”

La mente umana è come un vecchio orologio: se manca una rotella, l’ingranaggio si blocca. “Il giardino delle rotelle mancanti”, istallazione artistica curata da Ornella Ricca e Pietro Spagnoli e inaugurata ieri al Museo di Paleontologia dell’Università della Calabria, affronta il tema della follia nella storia dell’uomo ed in particolare nell’ultimo secolo. Tante rotelle realizzate in ceramica, ognuna diversa dall’altra, arrugginite adoperando degli ossidi e montate come fiori dritti sui loro steli: la ruggine rappresenta la storia dell’umanità e la follia che l’ha segnata. Mentre le ombre che si proiettano sullo sfondo da un faretto posto sulla parete principale della sala, creano un effetto di profondità e si associano allegoricamente alle ombre del passato. E’ stata la stessa artista Ornella Ricca a spiegare al pubblico il significato dell’istallazione. “Speriamo – ha aggiunto – di poter collocare in futuro anche delle rotelle colorate in questo giardino arrugginito”.


L’inaugurazione dell’opera, aperta con l’Inno alla Gioia di Beethoven, è stata accompagnata dalla performance del Conservatorio di Musica ‘Stanislao Giacomantonio’ di Cosenza, con gli interventi musicali di Alessandra Mandarino, Alessandra Marsico, Elvira Roberta Gaetani, Simona Fontana. Oltre al Magnifico Rettore Gino Mirocle Crisci, era presente anche la responsabile del Museo di Paleontologia, Adelaide Mastrandrea. I due artisti – ha ricordato la responsabile -già in passato avevano collaborato con lo stesso museo per l’evento ‘Earth: due parole sul futuro’, mostra di grande impatto che trattava il tema della salvezza del pianeta.  
La manifestazione si è conclusa con l’osservazione delle rotelle in movimento accompagnate dalle meravigliose sinfonie di Puccini, Rossini, Bach, Morricone e Chopin. La mostra, per chi volesse visitarla, rimarrà aperta fino al 1 marzo 2019, dal lunedì al venerdì, dalle 9:30 alle 12:30.

Alessia Lania

FaC

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial