UNICAL

Operai Manital in sciopero, Gioventù Comunista solidale

Gli operai della Manital – la ditta che gestisce i lavori di pulizie e manutenzione dell’Università della Calabria – sono senza stipendio da due mesi. Li avevamo incontrati il 9 giugno fuori dall’aula magna, mentre presidiavano con uno striscione e un sit-in l’assemblea elettorale dei candidati a rettore. Ora hanno spostato la loro protesta sotto il rettorato, chiedono direttamente al Magnifico di intervenire affinché l’azienda corrisponda loro le spettanze arretrate.
Nel frattempo registriamo la solidarietà da parte degli studenti del Fronte della Gioventù Comunista. “I lavoratori ci hanno riferito che non stanno ricevendo la retribuzione – scrivono i ragazzi di FGC – nonostante l’Ateneo stia continuando a pagare l’azienda, a causa di una “riorganizzazione interna” della stessa dovuta all’ingresso in società di un nuovo partner. Ancora una volta manager e imprenditori scaricano sui lavoratori la loro malagestione! Come sempre si vedono i risultati dell’esternalizzazione dei servizi, fatta sempre nell’interesse dei privati, che sta minando i diritti di questi lavoratori nonché creando disagi a noi studenti, che grazie al loro lavoro possiamo usufruire al meglio degli spazi dell’università”. 
“Come Fronte della Gioventù Comunista – continua la nota – vogliamo esprimere la nostra piena solidarietà ai lavoratori della Manital e vogliamo ribadire come l’unica soluzione sia l’internalizzazione tutti i servizi dell’Università della Calabria, riassorbendo e incrementando il personale e garantendo un lavoro stabile e ben retribuito. Di fronte a questa situazione chiediamo a tutti gli studenti di esprimere piena solidarietà ai dipendenti Manital e di sostenerli nella loro lotta!”

r.f.c.

FaC

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial