Cosenza CULTURA Libri Teatro

Teatro e fumetto. Al Rendano la graphic novel di e con Daniel Pennac

Prima ancora di essere uno degli scrittori più letti del mondo, Daniel Pennac è un insegnante, un professore di lettere. L’idea che una replica del suo spettacolo al Teatro Rendano di Cosenza (24 febbraio, matinée per le scuole/25 febbraio, ore 18.30) sarà riservato agli studenti gli è piaciuta moltissimo. “Sono molto contento – ha dichiarato – che gli studenti vengano a vedere ‘Un Amore esemplare’. Il teatro è qualcosa di naturale per l’infanzia e l’adolescenza. La teatralità è l’espressione naturale di queste età dell’uomo. Non possiamo lamentarci se i giovani non vanno a teatro perché è il teatro che non frequenta la scuola. Secondo me tutte le scuole dovrebbero avere delle compagnie teatrali”.
“Un amore esemplare” è il graphic novel scritto da Pennac, disegnato da Florence Cestac e pubblicato da Feltrinelli Comics. Il fumetto racconta la bellissima e commovente storia d’amore tra Jean e Germaine, due vicini di casa di Pennac conosciuti durante l’infanzia in Costa Azzurra: un legame puro e delicato ma al tempo stesso forte indissolubile, assetato di conoscenza, di libri, di vita, e capace di vincere ogni ostacolo e difficoltà con serena ironia, con grazia e dolcezza, momento dopo momento, giorno dopo giorno fino a un epilogo esplosivo come un fuoco d’artificio.
Dal fumetto è stato tratto l’omonimo spettacolo teatrale diretto da Clara Bauer, interpretato da Ludovica Tinghi e Massimiliano Barbini, ma anche da Daniel Pennac e Florence Cestac, che insieme agli attori sul palco raccontano questa storia anche attraverso i disegni del fumetto proiettati su un grande schermo. Lo spettacolo tocca diversi piani linguistici, non tanto e non solo perché danza su due lingue, il francese e l’italiano, ma soprattutto perché coinvolge il linguaggio del fumetto che prende vita sul palcoscenico nella matita di Florence Cestac. “Sono assai felice della regia di Clara Bauer – è ancora Pennac – che con quest’opera ha fatto qualcosa di mai realizzato prima d’ora. Associare il fumetto ad un’opera teatrale. E’ la prima volta che accade, una vera prima in senso assoluto”.

FaC

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial