UNICAL UNIVERSITÀ Zoom

Unical, nasce il Polo Penitenziario Universitario

E’ nato ufficialmente all’Università della Calabria il Polo Penitenziario Universitario. Stamattina è stata firmata la convenzione tra l’Università della Calabria, rappresentata dal Rettore Gino Crisci, e il Provveditorato Regionale Amministrazione Penitenziaria (PRAP), rappresentato dal provveditore Cinzia Calandrino. La firma dell’accordo, avvenuta presso il Rettorato alla presenza della stampa, ha visto anche la partecipazione di Pietro Fantozzi, delegato del Rettore per il Polo, e Giuliana Mocchi e Franca Garreffa del Comitato unico di Garanzia d’Ateneo, promotore del progetto che ha portato all’istituzione del Polo.
Tutto nasce nel 2010, quando la Casa di reclusione di Rossano e il Dipartimento di Scienze Politiche danno la possibilità ad alcuni studenti detenuti di iscriversi presso il nostro ateneo. Un’esperienza che è poi proseguita negli anni con buoni risultati, fino a rendere concreta la necessità di istituire una struttura dedicata, in modo da dare ai detenuti tutte le possibilità per poter studiare, dare esami, integrarsi come studenti a tutti gli effetti. La formalizzazione del Polo rende quindi stabile un cammino avviato da tempo, un cammino non più dei singoli, ma collettivo. Lo scopo finale è quello di restituire alla società uomini migliori, compiendo un percorso nel quale il detenuto deve sentirsi cittadino. Del progetto si era discusso in modo approfondito nel seminario “Università e carcere”, con l’intervento di Franco Prina, presidente della Conferenza Nazionale dei Delegati ai Poli Universitari Penitenziari (CNUPP).

Piero Mirabelli

FaC

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial