MULTIMEDIA

Unical, la solitudine degli internazionali raccontata da “No Borders”

Immaginate di trovarvi all’estero per motivi di studio, di condurre tranquillamente la vostra vita quotidiana quando all’improvviso scoppia un’epidemia letale. Gli studenti del luogo si rifugiano dalle loro famiglie ma voi restate bloccati da soli, all’interno del campus. No, non è uno scenario post apocalittico ma una situazione reale e drammatica che molti studenti internazionali sono stati costretti ad affrontare.
A dare voce a questi studenti sono state le volontarie del Servizio Civile Universale impegnate nel progetto “Studenti senza Frontiere 2” dell’Associazione culturale Entropia, all’Università della Calabria: Jole, Debora, anch’essa studentessa internazionale, Matilde e Martina (tutte nella foto), li hanno coinvolti nella seconda stagione del programma radiofonico “No Borders”, che giovedì 21 maggio è andato in onda su Radio Ciroma 105.7 con la prima puntata.
I ragazzi intervistati vengono da tutte le parti del mondo: Ecuador, Sudan, Madagascar, Egitto, Paraguay, Olanda e Brasile. Hanno raccontato come hanno vissuto il lockdown all’interno del campus e come la pandemia ha colpito i loro paesi d’origine. Le ragazze hanno anche intervistato la prorettrice Patrizia Piro, che ha assicurato l’impegno dell’Università verso gli studenti internazionali e, difronte alle domande sulle difficoltà del momento, ha promesso il miglioramento dei servizi. Molte problematiche sono emerse soprattutto riguardo il servizio mensa.
Come possiamo ben immaginare, se per noi ragazzi italiani passare due mesi costantemente fra le mura di casa è stato certo difficile, per questi studenti lo è stato ancora di più. Molto spesso si sono ritrovati soli, a stretto contatto esclusivamente con la loro solitudine e le loro emozioni negative, paura, ansia. Tornare nei loro paesi d’origine avrebbe significato mettere a rischio le loro famiglie e i costi dei voli il più delle volte erano troppo onerosi.
L’Associazione Entropia, con il contributo delle volontarie del Servizio civile, si è attivata per cercare di limitare il disagio di questi studenti, anche attraverso un servizio taxi solidale (SOS Campus Taxi) per accompagnare i ragazzi in librerie, copisterie, supermercati e farmacie. Il servizio è attivo tutti i pomeriggi, da lunedì a venerdì, contattando i numeri indicati almeno il giorno prima e prendendo appuntamento, alla mail studentisenzafrontiere2020@gmail.com o al numero 0984.493086.
“NoBorders”, il programma radio senza frontiere, torna ogni giovedì alle 12 su Radio Ciroma e il venerdì in replica alle 18.

Sara Brugnano

Ascolta qui la prima puntata di NoBorders

FaC

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial