Area Urbana Rende Salute

Depurazione, Miceli (M5S): Rende ancora sotto procedura di infrazione Ue

“Che fine ha fatto il finanziamento da 35 milioni di euro finalizzato ad ammodernare il sistema di depurazione a Rende (e Comuni consorziati?). A che son serviti progetti, studi, “bandi del secolo” e quant’altro previsto per rispettare le prescrizioni dell’Ue che dal 2012 ha messo sotto procedura d’infrazione la nostra città a causa della inconsistente rete fognaria?” A chiederlo è Domenico Miceli, consigliere comunale dei Cinquestelle a Rende. La città rientra infatti fra i 13 centri urbani calabresi che, secondo la Commissione europea, continuano ad avere sistemi depurativi inadeguati, essendo sprovvisti di reti fognarie o sistemi di trattamento delle acque reflue.
L’Italia era già stata condannata dalla Corte nel 2012 e deferita per la seconda volta dalla Commissione europea per una procedura di infrazione cominciata nel 2004. A oltre sei anni di distanza dalla prima sentenza, fa notare la Corte, il numero degli agglomerati non conformi si è ridotto da 109 a 74, ma è comunque grande il ritardo nel seguire le disposizioni Ue, che si applicano già dal 31 dicembre 2000. La Corte di giustizia Ue ha così imposto all’Italia una multa da 25 milioni di euro, più 30 milioni per ogni semestre di ritardo nella messa a norma: le spese naturalmente ricadono, proporzionalmente, sulle tasche dei cittadini.
“Dopo quattro anni al governo della città – continua Miceli – continuiamo a chiedere all’amministrazione in carica spiegazioni riguardo ai ritardi accumulati per l’avvio dei lavori dell’ammodernamento della rete fognaria. Risolvere immediatamente il caso del depuratore consortile, nuovamente sotto sequestro della magistratura e dare avvio ai lavori di ammodernamento della rete fognaria dei comuni consorziati che scaricano tutti nel territorio del Comune di Rende. Dopo 6 anni i cittadini continuano a pagare l’inefficienza amministrativa e politica che regna sovrana nel nostro Comune”.

FaC

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial