PRIMO PIANO UNICAL UNIVERSITÀ

Diritto allo studio ed elezioni regionali, c’è intesa fra Oliverio e gli studenti calabresi

“Il mio assillo è garantire il diritto allo studio alle nuove generazioni e creare le condizioni perché i giovani possano restare e lavorare in Calabria”.  Il Presidente della Regione Calabria Mario Oliverio ha risposto positivamente alla lettera inviatagli dagli studenti dei tre atenei calabresi partecipando all’affollato incontro organizzato il 5 dicembre nell’aula “Giulio Regeni” (Ssp1) dell’Università della Calabria. Un incontro dal sapore elettorale – l’anno prossimo si vota per le regionali – giustificato dall’effettiva attenzione del governatore verso il tema: grazie ai fondi stanziati dall’ente regionale, sono 2200 le borse di studio erogate nell’anno accademico 2017/2018 e altrettante sono previste per il 2018/2019, una copertura pari al 100% degli idonei. 


Sono stati gli studenti ad aprire l’incontro, manifestando la vicinanza all’ateneo per il deplorevole pestaggio avvenuto tra venerdì e sabato scorso ai danni di Gerardo, collega di Scienze dell’Amministrazione. Dopo la lettura della missiva dalla quale è nato l’incontro, hanno preso la parola Vincenzo Fallico (UniCal), Alessandra Pugliese (UniCz), Francesco Mazza (UniCal), Danilo Guaragna (UniCal), Marco Rotella (UniCz), Domenico Tulino presidente del Consiglio degli studenti UniCal, Filomena Federico (UniCal), Simone Giglio (UniCal), Francesco De Luca e Michele Leonetti (UniCal). Tutti hanno sottolineato l’importanza dei passi in avanti fatti per il Diritto allo studio in Calabria, molti hanno portato la propria esperienza personale, alcuni hanno citato dati dai quali si evince che il trend dell’abbandono degli studi è diminuito con il miglioramento del servizio di sussidio allo studio, si è parlato della migliore la ripartizione del Fondo Integrativo Statale (FIS) che ha portato maggiori finanziamenti al Sud.
Dopo gli studenti la parola è passata al governatore Oliverio che, visti i numerosi problemi che attanagliano la Calabria, considera questo solo “il primo di una serie di incontri necessari per far risollevare la nostra terra, poiché investendo sui giovani si può auspicare un futuro migliore”. E’ con orgoglio che il presidente rivendica i passi compiuti in vari ambiti, le 2200 borse di studio, i 128 voucher per la partecipazione ai master, le 240 borse per i dottorati, le 20 borse di specializzazione nell’area medica e i 191 assegni di ricerca stanziati durante questi quattro anni. Proprio tali investimenti, secondo Oliverio, hanno permesso anche di aumentare il riparto del FIS in Conferenza Stato-Regioni, destinando maggiori fondi alla Calabria. Il presidente ha parlato infine di trasporti e di collegamenti fra i poli universitari e le rispettive città: già iniziati i lavori a Cosenza e Catanzaro, presto i cantieri partiranno anche a Reggio Calabria. Emerge dalle parole di Oliverio la ferma intenzione di continuare a lavorare sulla strada tracciata. Bisognerà solo fare i conti con il risultato elettorale.

Alberto Guagliardi

FaC

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial